Napoli-Granada 2-1, Gattuso: “Chi ci rappresenta si deve far rispettare”

0

Al tecnico del Napoli non è affatto piaciuto il poco tempo effettivo di gioco contro il Granada: “Se lo facciamo noi usciamo su tutti i giornali“.

Sei sconfitte nelle ultime undici gare, la Supercoppa Italiana persa, le eliminazioni da Coppa Italia ed Europa League. Inverno terribile per il Napoli di Gattuso, che non è riuscito a rilanciarsi contro il Granada , sì battendolo, ma uscendo comunque dalla competizione continentale.

Crisi enorme per il Napoli, che fuori dalle coppe proverà a rilanciarsi in campionato nelle prossime giornate. Gli azzurri, che devono recuperare la gara contro la Juventus, hanno ora come grande obiettivo il quarto posto in Serie A. Così da salvare, in parte, l’annata.

Gattuso, tecnico azzurro, ha parlato dopo l’eliminazione del Napoli allo Stadio Maradona:

“Cosa ci è mancato? Nulla, abbiamo preso un goal assurdo anche oggi, dopo un tiro che è rimpallato. Dobbiamo essere orgogliosi e rammaricati. Anche con dieci giorni nelle due partite abbiamo dimostrato di avere qualcosa in più di loro”.

Il tecnico del Napoli non le manda a dire a fine gara:

“Chi ci rappresenta si deve far rispettare un po’ di più perché in questi giorni ne ho viste di cotte di crude. Se una squadra italiana si permette di fare quello che ha fatto oggi il Granada secondo me usciamo su tutte le pagine di giornali. Nel primo tempo abbiamo giocato 16-17 minuti di tempo effettivo, nel secondo tempo non vi dico”.

Ora avanti con il campionato:

“La squadra deve stare tranquilla. Qua la gente deve rompere le scatole al sottoscritto, i giocatori vanno lasciati tranquilli. Le scelte di giocare a tre o a quattro le faccio io, sono il primo responsabile”.

Per il quarto posto serve una serie di vittorie:

“Se non ci deprimiamo possiamo farcela. Mancano ancora 16 partite e una da recuperare, ci sono tanti punti a disposizione. Dobbiamo guardare avanti e riuscire a diventare la squadra che sa quello che deve fare e quello che vuole”.

Conclusione su Osimhen, sfortunatissimo in questa stagione:

“Ci sarà contro il Benevento? Non dipende da noi. Ha avuto un trauma cranico, ha perso i sensi. La responsabilità non è neanche del nostro dottore, ma del protocollo del caso. Non so se sarà a disposizione”.

Rispondi