Napoli-PSG 1-2: Higuain poi i francesi di rimonta. Cavani sommerso dai fischi

0

Nell’ultimo test amichevole prima del turno preliminare di Champions League contro l’Athletic Bilbao gli azzurri si devono arrendere ai goal di Ibrahimovic e Pastore dopo il vantaggio siglato da Higuain.

Doveva essere la notte del ritorno al San Paolo dei grandi ex Cavani e Lavezzi. Festa parzialmente rovinata sia dalla sconfitta della squadra di Rafa Benitez che dai fischi verso il ‘Matador’ per tutto il tempo in cui è rimasto in campo.

Higuain dopo il goal del temporaneo vantaggio Napoli
Higuain dopo il goal del temporaneo vantaggio Napoli

Tornando al match, vantaggio azzurro al 51’ firmato da Higuain, reti della vittoria parigina siglate dal solito Ibrahimovic al 54’ e da Pastore al 77’ dopo una straordinaria percussione nell’area partenopea, condita da un tunnel a “BrividosBritos. Il tecnico del Napoli però nonostante la sconfitta dovrebbe essere soddisfatto dalla condizione mostrata dai suoi uomini a pochi giorni dai preliminari di Champions.

Benitez schiera i suoi con il solito 4-2-3-1: Rafael è protetto da destra verso sinistra da Maggio, Albiol, Koulibaly e Britos. In mediana insieme a Jorginho c’è Gargano, mentre dietro l’unica punta Zapata agiscono Callejon, Hamsik ed Insigne.

Il PSG si schiera con una sorta di 4-3-3: in porta c’è Sirigu, davanti al quale agiscono Auier e Maxwell esterni con la coppia centrale tutta verdeoro composta da Thiago Silva e David Luiz. In mediana il terzetto è formato da Cabaye,Matuidi e Chantòme, mentre ai lati di Cavani ci sonoOngenda e Lavezzi.

Higuain in Napoli-PSG
Higuain in Napoli-PSG

La prima parte del match è di marca parigina, con gli uomini di Blanc che schiacciano la formazione partenopea nella propria metà campo, trovando anche la rete (annullata) del vantaggio all’8’ con l’ex Cavani, pescato in fuorigioco su un calcio di punizione dell’altro ex Lavezzi, lievemente sfiorato da David Luiz. Al 12’ Thiago Silva commette una leggerezza ma Duvan Zapata non ne approfitta, per il brasiliano primi segni di cedimento che lo porteranno ad abbandonare il campo qualche minuto dopo per fare spazio a Marquinhos a causa di problemi muscolari.

Al 22’ occasione partenopea con Insigne, ma l’esterno napoletano calcia debolmente verso la porta difesa da Sirigu. Il Napoli con il passare dei minuti alza il proprio baricentro e nel giro di un paio di minuti (39’ e 43’) si rende pericoloso prima con Hamsik, sul quale salva David Luiz in angolo, e sul successivo corner è Zapata a vedersi togliere letteralmente il pallone dalla porta. Al 43’ poi è di nuovo Hamsik a provarci da fuori, ma Sirigu è attento.

Cavani becca una marea di fischi dal San Paolo e i suoi nervi non reggono, Blanc lo sostituisce
Cavani becca una marea di fischi dal San Paolo e i suoi nervi non reggono, Blanc lo sostituisce

La prima frazione si chiude così sullo 0-0, da segnalare il nervosismo di Cavani che, beccato dalla tifoseria partenopea, intorno al 40’ ha perso la pazienza ed ha invitato i suoi ex tifosi ad aumentare il volume dei fischi. Ovviamente la reazione del San Paolo non si è lasciata attendere.

Ripresa che inizia con le formazioni totalmente rivoluzionate, con il Napoli che effettua ben 5 cambi mentre il PSG fa entrare Ibrahimovic. Ad inizio del secondo tempo il Napoli preme sull’acceleratore e sfiora il vantaggio con un sinistro al volo di Michu. Il gol però è nell’aria ed è una bella azione iniziata e conclusa da Higuain a portare in vantaggio i partenopei al 51’.

Un vantaggio che dura appena 3 minuti, quando Ibra di destro infila un non impeccabile Rafael.

Il PSG aumenta la qualità in campo inserendo Verratti, Thiago Motta e Pastore, ma l’occasione più pericolosa capita a Insigne che al 68’ incrocia verso la porta avversaria trovando l’ottima opposizione del portiere Douchez. Dall’altra parte in evidenza Andujar che salva su un colpo di testa di David Luiz.

Il PSG però continua il forcing e, complici i cambi, schiaccia il Napoli nella propria metà campo finché al minuto 77 Pastore non si inventa uno slalom su Britos che si conclude con un destro che si insacca alle spalle di un incolpevole Andujar.

I francesi gestiscono l’ultima parte di gara senza patemi e nel finale potrebbero addirittura chiudere il match quando Lucas sbaglia l’ultimo passaggio per Ibra ma riesce ugualmente a calciare: la successiva respinta di Andujar finisce sui piedi del neo-entrato Bahebeck che però calcia addosso a un difensore partenopeo. Finisce 2-1 per il PSG ma il Napoli, per quanto visto in campo, non dovrebbe avere nessun timore del Bilbao tra qualche giorno.

TABELLINO

NAPOLI-PARIS SAINT GERMAIN 1-2: 51′ Higuain, 54′ Ibrahimovic, 77′ Pastore

NAPOLI: Rafael (75′ Andujar); Maggio (66′ Mesto), Koulibaly (46′ Ghoulam), Albiol (66′ Henrique), Britos; Jorginho (46′ Inler), Gargano (46′ Michu); Insigne (79′ Radosevic), Hamsik, Callejon (46′ Mertens); Duvan (46′ Higuain). All: Benitez

PSG: Sirigu (46′ Douchez); Aurier (80′ Camara), David Luiz (80′ Digne), Thiago Silva (14′ Marquinhos), Maxwell (80′ Van der Wiel); Chantome (56′ Motta), Cabaye (56′ Verratti), Matuidi (7′ Bahebeck); Ongenda (56′ Pastore), Cavani (46′ Ibrahimovic), Lavezzi (63′ Lucas). All: Blanc

Leave A Reply