Napoli-Inter 1-1, un Conte nervosetto: “Meritavamo la qualificazione”

0
L’allenatore dell’Inter dopo la partita contro il Napoli: “Io non ho niente da rimproverare alla squadra, questa è la strada giusta per noi”.

L’Inter esce dalla Coppa Italia, nonostante una partita non brutta contro il Napoli, ricca di occasioni da goal e di miracoli da parte di Ospina. Ma tutto ciò non è bastato ad Antonio Conte, che fallisce ancora una volta l’appuntamento con la finale.

A ‘Rai Sport’, il tecnico nerazzurro ha parlato della mancata qualificazione e della partita pareggiata contro il Napoli.

“Nelle due partite, tra andata e ritorno, noi meritavamo molto di più. Stasera a livello di prestazione io ho pochissimo da rimproverare ai miei ragazzi. Dal possesso della palla alla creazione delle occasioni. Potevamo essere più cattivi sotto porta, ma ho visto parate miracolose di Ospina. Dispiace per il goal subito, che potevamo evitare. Io resto soddisfatto, è la strada che vogliamo. Meritavamo la qualificazione.

Conte ribadisce la sua linea, e spende parole a miele anche per Eriksen, che finalmente comincia ad ingranare, battibeccando anche con chi invece non lo ha visto in forma.

Per me il migliore in campo è stato il portiere del Napoli. Poi si può migliorare in tutto, ma ho poco da rimproverare, ripeto. Non dimentichiamo che il Napoli ha giocato una partita chiusi in difesa, a cercare di chiudersi e ripartire. Non è mai una situazione facile in cui giocare. E nonostante questo abbiamo creato tantissimo.

Di Eriksen sono molto contento, si vedono i risultati del lavoro che abbiamo fatto in queste settimane. Non so cosa avete visto in televisione, magari un’altra cosa… Eriksen oggi ha fatto il trequartista e prendeva Demme in fase difensiva, non c’era nessun 3-5-2“.

Il rammarico di Conte è però quello di aver subito un goal evitabile, dal suo punto di vista.

“Sul goal del Napoli abbiamo commesso una leggerezza, e purtroppo le paghiamo sempre. Mi dispiace ovviamente, ma dobbiamo fare tesoro di queste situazioni. Abbiamo una strada davanti ma sono sicuro che questa sia la strada giusta”.

Rispondi