Napoli-Torino, Gattuso: “Aggressivi come se ci fosse di nuovo Messi”

0

Il tecnico del Napoli  Gattuso ha parlato alla vigilia della fondamentale gara contro il Torino: “Speriamo di recuperare Mertens, contento per Ghoulam“.

Reduce dal pareggio ottenuto in Champions League contro il Barcellona, il Napoli torna a concentrarsi sul campionato. La compagine partenopea affronterà il Torino in uno degli anticipi del 26° turno che mette in palio punti importanti per la corsa che porta ad una qualificazione europea.

Gattuso, ha presentato la gara nella consueta conferenza stampa della vigilia.

Tra Barcellona e Inter il Torino, Gattuso deve chiedere uno sforzo ai suoi:

“Da parte mia e dello staff c’è l’esigenza di far scendere in campo chi è al 100% per una gara difficile, giochiamo con una squadra fisicamente molto molto forte, deve giocare chi può battagliare perché ci sarà da fare questo”.

Contro le big è un grande Napoli, Gattuso ora deve far bene anche con le piccole:

“Non lo so il motivo, le prepariamo bene. In casa l’andamento non è il massimo, non so come fare e me lo chiedo spesso. Proviamo ad entrare nella testa dei giocatori, ma in questo momento tutti dobbiamo avere la consapevolezza di questo, il Barcellona è il passato, ora dobbiamo pensare ad un Torino che non vince da tanto ma ha giocatori importanti”.

Messi ha deluso al San Paolo grazie all’aggressività del Napoli, che ora deve pensare come se Messi giocasse nel Torino:

“Sì, se facciamo questo salto poi diventa una bella situazione. Se ragioni così, avendo sempre la stessa mentalità, si diventa dei campioni”.

Gattuso ha sempre parlato di quota 40 da raggiungere, ora può alzare l’asticella:

“Pensiamo alla partita di domani, domani risponderò se si può ragionare diversamente. E’ la partita perfetta per capire se siamo guariti o no, la squadra ci può far capire in che condizioni siamo”.

Capitolo singoli, Gattuso incrocia le dita per Mertens:

“Con Milik al posto di Mertens non cambia nulla, anche lui è molto bravo a legare il gioco e ha classe. Speriamo di recuperare Dries, ma Arek è l’ultimo dei miei problemi. In difesa ho pochi uomini, Ghoulam sta meglio, sono contento che stia dando continuità”.

Leave A Reply