Napoli-Cagliari 3-0: si sblocca Hamsik, poi Mertens e Koulibaly

0

Il Napoli ottiene la settima vittoria in campionato su altrettante partite battendo per 3-0 il Cagliari: a segno un ritrovato capitan Hamsik, Mertens e Koulibaly.

Il Napoli fa sette su sette ed insiste nel miglior avvio della sua storia in campionato. Gli azzurri liquidano anche il Cagliari per 3-0 in una partita che di fatto non c’è mai stata: sbloccata subito dagli azzurri e controllata per 90 minuti, a conferma di un campionato sempre più spaccato in due ma anche della maturità raggiunta dalla truppa di Sarri, sempre più a suo agio ad alta quota.

Il Napoli si affida allo stesso spartito che ha ben funzionato contro il Feyenoord: partenza razzo e gestione. Stavolta ad aprire le danze è invitato sul palcoscenico uno che sotto i riflettori non si vedeva da un po’. Marek Hamsik triangola con Mertens – splendido il suo assist – e mette a segno la rete numero 114 in azzurro, quella che lo porta ad una sola lunghezza dal record assoluto di Maradona spazzando via definitivamente le ombre del suo avvio di stagione.

La partita si mette subito come nei piani di Sarri. Il Napoli tiene senza affanni il pallino del gioco, creando situazioni interessanti dalle parti di Cragno e senza rischiare granchè in difesa. Rastelli per certi versi rende il Cagliari complice del predominio azzurro: i sardi sembrano più concentrati ad evitare il raddoppio che a cercare il pareggio, atteggiamento conservativo che viene puntualmente punito dal verdetto del campo. Nel finale di primo tempo Romagna atterra Mertens in area e consente al centravanti belga di realizzare il suo settimo centro in campionato.

Qualunque speranza di assistere ad un incontro combattutto nella ripresa viene spazzata via dopo soli due minuti: su calcio piazzato gli uomini di Rastelli lasciano a KOulibaly tutto il tempo necessario per firmare il tris e chiudere definitivamente la gara, che si trasforma in pura accademia per i padroni di casa. Il Napoli cerca ripetutamente il poker e lo fa nel modo che piace ad un San Paolo in estasi: giocando un gran calcio e divertendo, la strada che ha scelto Sarri per inseguire un sogno.

I GOAL

4′ HAMSIK 1-0 – Triangolo spaziale tra lo slovacco e Mertens: la palla di ritorno del numero 14 è meravigliosa e Hamsik può infilare a tu per tu con Cragno.

40′ MERTENS 2-0 – Mertens anticipa Romagna che lo abbatte: rigore ineccepibile trasformato senza problemi dal centravanti azzurro.

47′ KOULIBALY – La difesa del Cagliari dorme in blocco sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Jorginho: Koulibaly ha tutto il tempo di lasciare rimbalzare il pallone prima di battere Cragno da distanza ravvicinata.

I MIGLIORI

NAPOLI: HAMSIK – Non è il goal, quanto la sua prestazione ad essere confortante. Sempre nel vivo del gioco, decisivo ed efficace come sa essere (e da troppo tempo non era).

NAPOLI: MERTENS – Prima confeziona l’assist per Hamsik, poi si guadagna e realizza il rigore del 2-0. Ma soprattutto è una vera furia su tutto il fronte offensivo, minaccia costante per gli avversari ad ogni pallone giocato.

I PEGGIORI

CAGLIARI: ROMAGNA – Non è semplice trovarsi di fronte il Napoli di questi tempi, ma l’ingenuità che chiude la partita porta la sua firma: irruenta l’entrata su Mertens in area.

CAGLIARI: JOAO PEDRO – Dovrebbe essere una pedina chiave nel pressing iniziale sul Napoli e uno dei primi a ripartire negli spazi lasciati dagli azzurri: non gli riesce nulla di tutto questo.