Milan-Napoli 0-0: pari a San Siro, Donnarumma e Reina protagonisti

0

Gara equilibrata a San Siro, emozioni a tratti che non regalano sorrisi nè al Milan nè al Napoli in virtù dei rispettivi obiettivi.

Nessuno sconfitto, tutti scontenti: lo 0-0 tra Milan e Napoli fa sorridere le rivali, con gli azzurri limitati da un buon Diavolo, salvato però nel finale da un Donnarumma in versione supereroe nel giorno della sua 100ᵃ presenza in Serie A. Se la rimonta sulla Juventus si fa ancor più dura per la squadra di Sarri, è da considerarsi praticamente svanita la speranza dei rossoneri di centrare il 4° posto.

Destini incrociati tra i pali, subito protagonisti due degli uomini più attesi della sfida: il futuro rossonero Pepe Reina, decisivo con due interventi da applausi su Bonaventura e Calhanoglu , e proprio il napoletanissimo Gigio, che ipnotizza Mertens. Il Milan sfonda spesso sulle corsie esterne, il palleggio del Napoli non è brillante come nei mesi migliori della stagione degli azzurri e all’intervallo si va su 0-0 che ai punti premierebbe probabilmente i ragazzi di Gattuso.

Nella ripresa lo spartito resta invariato e Sarri decide allora alla mezzora di modificare qualche tassello del puzzle, inserendo Zielinski e Milik al posto dei non ispiratissimi Hamsik e Mertens. La risposta di Gattuso è immediata, con l’avvicendamento al centro dell’attacco tra Kalinic e André Silva. Mosse che non alterano però nè forma nè sostanza di una gara equilibrata, combattuta ma non esaltante sul piano del gioco.

In pieno recupero è proprio Milik ad avere tra i piedi il pallone buono per mandare in paradiso il Napoli ma la risposta di Donnarumma, di puro istinto, è da autentico fuoriclasse. Una parata che potrebbe restare uno dei momenti clou del film del campionato.

I MIGLIORI

MILAN: DONNARUMMA

Festeggia le 100 presenze in Serie A con un intervento da fenomeno su Milik in pieno recupero che vale letteralmente come un goal.

NAPOLI: MAGGIO

Prestazione più che dignitosa al cospetto di un cliente scomodo come Calhanoglu, ennesima conferma della sua professionalità.

I PEGGIORI

MILAN: KALINIC

Ancora un pomeriggio difficile per il centravanti croato, inibito dalla poderosa marcatura di Koulibaly e Albiol.

NAPOLI: HYSAJ

Soffre per tutto l’incontro l’iniziativa di Suso e Kessie e latita in fase di spinta.

Leave A Reply