Lipsia-Napoli 0-2: grande cuore ma non basta, azzurri eliminati

0

Il Napoli espugna dominando alla Red Bull Arena, battendo 2-0 il Lipsia con i goal di Zielinski e Insigne: la vittoria però non è sufficiente per qualificarsi.

Niente da fare per il Napoli, che sfiora l’impresa alla Red Bull Arena, ma saluta l’Europa League. Nonostante un successo esterno per 2-0, infatti, i campani vengono infatti eliminati dal Lipsia in virtù della vittoria tedesca per 3-1 nell’andata del San Paolo

Hasenhüttl sceglie il 4-4-2 schierando dal 1′ tutti i migliori: in difesa coppia centrale Konaté-Upamecano, davanti giocano il bomber Werner e Poulsen. Sarri risponde con un turnover più equilibrato rispetto all’andata al San Paolo: a centrocampo c’è Hamsik, davanti giocano regolarmente Mertens e Insigne con Zielinski. Out Callejòn, Jorginho e Koulibaly.

Il primo tempo è molto equilibrato alla Red Bull Arena: il Napoli manovra bene fino alla trequarti, senza trovare sbocchi, mentre i tedeschi si rendono pericolosi in un paio di circostanze e al 14′ sfiorano il vantaggio con un tiro di Kalz deviato sulla traversa da un intervento scoordinato di Tonelli. Insigne colpisce il palo dopo esser stato fermato dall’arbitro in posizione di fuorigioco, poi gli azzurri sbloccano il risultato al 32′ con una deviazione da distanza ravvicinata di Zielinski, che non si lascia sfuggire l’occasione.

Le squadre vanno a riposo col vantaggio di misura della squadra di Sarri, e nella ripresa salgono i ritmi di gioco. Il Napoli prova a giocarsela a viso aperto, ma il Lipsia si difende con ordine e non disdegna le ripartenze. Reina è sempre attento nelle uscite, come Albiol nelle chiusure difensive, ma davanti Mertens e Insigne sono neutralizzati dalla retroguardia tedesca. Proprio il capitano azzurro però nel finale trova il guizzo vincente che riapre i giochi.

Il forcing finale non produce effetti: gli azzurri al fischio finale si impongono 2-0 alla Red Bull Arena, ma la loro è una vittoria amara per l’eliminazione dal torneo. Continua invece l’avventura per il Lipsia.

I GOAL

32′ ZIELINSKI 0-1 – Scambio in velocità fra Mertens e Insigne, che mette un buon pallone a centro area. Gulacsi devia ma non riesce a liberare, e per Zielinski è facile insaccare sotto la traversa da distanza ravvicinata.

86′ INSIGNE 0-2 – Allan serve in profondità Callejòn, che dalla destra mette in mezzo per Insigne: il capitano azzurro arriva col tempo giusto sul pallone e batte Gulacsi.

I MIGLIORI

LIPSIA: UPAMECANO

Il francese è provvidenziale con alcuni interventi difensivi, e si rivela ancora una volta decisivo per la sua squadra.

NAPOLI: INSIGNE

Gioca ancora una volta su alti livelli e nel finale trova il goal del 2-0 che riapre le speranze azzurre.

I PEGGIORI

LIPSIA: BERNARDO

Sbanda a più riprese sulla sinistra, da quella parte il Napoli crea i maggiori pericoli.

NAPOLI: TONELLI

Insicuro nel primo tempo in un paio di interventi che potevano costare cari, cresce nella ripresa.

Leave A Reply