Napoli sul mercato: tre acquisti e cinque cessioni, intanto molti contratti di sponsorizzazione andranno riveduti.

0

Crisi di risultati per il Napoli, che inevitabilmente ha riflessi anche sull’appeal che la società azzurra riesce ad offrire ai suoi partner commerciali. Dopo un triennio trascorso insieme, la Diadora sembra intenzionata ad abbandonare i partenopei, delusa dal rendimento deficitario di questa stagione. L’azienda sportiva era pronta ad investire fior di quattrini anche nei prossimi anni, ma il tutto era condizionato al raggiungimento di un posto in Europa. Adesso si guarda altrove, in particolare ad un ipotetico ritorno della Legea, già di fianco agli azzurri sotto la presidenza Naldi. In passato si era parlato di un interessamento dell’Adidas, che però si accompagna solo a grandi club di caratura europea, elite della quale malauguratamente il Napoli non riesce ancora a far parte. Oltre agli introiti prodotti dalla sponsorizzazione che riceverebbero una cospicua riduzione, De Laurentiis e soci devono preoccuparsi di tematiche ben più tecniche. Nell’ipotetica lista redatta con Marino e Donadoni, troviamo in cima Floccari e D’Agostino. Il patron dell’Atalanta, Ruggeri, ha confermato che il bomber orobico andrà via a fine stagione, ma non per accasarsi presso la Juventus o la Roma. Le sue destinazioni più probabili restano Napoli e Genova, sponda rossoblù. Ben più agguerrita la concorrenza per il centrocampista dell’Udinese, che ha dimostrato di apprezzare la corte degli azzurri. Anche il suo allenatore Marino ha placidamente ammesso che, senza le competizioni europee il prossimo anno, i friulano potranno fare ben poco per trattenere i propri talenti. Stesso discorso valido per Quagliarella e, a tal proposito, è di grande rilevanza l’indiscrezione che vorrebbe Bernardo Corradi pronto a vestire la casacca bianconera. Così facendo il presidente Pozzo avrebbe già individuato il sostituto dell’attaccante di Castellammare. Il Napoli starebbe facendo un pensierino su un eventuale ritorno di Garics, ma segue anche il difensore del Siena, Zuniga. Dovrebbe restare in Toscana, invece, Emanuele Calaiò, che non sembra rientrare nei progetti di Donadoni. Per l’arciere si prospettano nuove destinazioni, sempre in massima serie. Da valutare anche il capitolo cessioni, che dovrebbe essere piuttosto numeroso. Si profilano almeno cinque cessioni, specialmente di quei giocatori che raramente hanno visto il campo da gioco. Forse andrà via uno tra Denis e Zalayeta, ma qualcuno avrebbe già individuato il potenziale sostituto in Julio Cruz, messo in disparte nell’Inter di Mourinho.

Aurelio Scandurra NAPOLICALCIO.NET

Rispondi