Napoli, Mazzarri: “Contro il Genoa partita trappola, non pensiamo al Milan”

0

Conferenza stampa di vigilia per il tecnico azzurro, Mazzarri vuole tenere alta la concentrazione, per pensare al Diavolo ci sarà tempo: “Non bisogna sbagliare domani”.

Dopo la vittoria contro il Torino e il doppio ritorno al goal di Edi Cavani, Walter Mazzarri non può far altro che sorridere. Ora c’è da difendere il secondo posto dagli attacchi del Milan, avversaria azzurra della settimana prossima. Ora concentrazione solo sulla sfida di domani.

“Con il Genoa partita trappola come con il Bologna, non bisogna sbagliarla pensando a quella dopo” afferma il tecnico azzurro in conferenza stampa. “Strano che il Genoa sia in questa posizione in classifica, dobbiamo stare attenti ai loro attaccanti ma anche ad altri come Portanova”.

Nell’ultima gara giocata, il Napoli ha fallito un rigore con Hamsik: “In ogni partita ho sempre 2 rigoristi designati, chi se la sente lo tira”. Nessuna gerarchia esatta, dunque, e polemica già sopita. “Le parole del presidente? Giovane o vecchio l’importante è che sia un Napoli forte”.

Genoa e Milan decisive: “Credo di sì. Se dovessimo fare risultato in queste due gare credo sarebbe difficile per tutti toglierci quella posizione, ma se dovessimo sbagliarle potremmo rimediare. E’ decisiva soprattuto se vanno bene”.

Davide Ballardini ha rivendicato l’idea del Cavani centrale d’attacco: Magari avrà giocato qualche volta al centro, ma la matematica non è opinione. Non è imporante se gioca al centro o largo, è come gioca la squadra e come lo assiste. Quando un giocatore fa gaol io dico di ringraziare sempre i compagni”.

Cinque reti subite nelle ultime due gare: “I goal presi nelle ultime due partite causati da singoli episodi più che da meccanismi difensivi, Campagnaro sta bene ed è pronto. Le altre? Non m’interessa cosa faranno Fiorentina e Milan, chiedo solo ai tifosi di starci vicino domenica sera”.

Praticamente una squadra intera diffidata, ben nove a rischio squalifica: “Nessun cambio. No, darei un segnale particolare alla squadra. Sono tutte gare da tre punti, poi il nostro gioco non prevede tanti falli o interventi particolari”.

Rispondi