Napoli, la grinta che ci voleva.

0

La grinta che ci voleva A Napoli anche i miracoli hanno il loro significato, figuriamoci i segni o anche i cambiamenti, attuati seguendo solo il proprio istinto. Da un pò di giorni, in veste di nuovo allenatore al posto dell’esonerato Donadoni, Walter Mazzarri lavora duro per il Napoli, il suo Napoli, una squadra priva d’identità e di carattere, che sembra aver trovato nel tecnico livornese la soluzione alla maggior parte dei suoi problemi. Tutto questo si evince dalle sedute di allenamento del nuovo mister, dal suo stile e dal suo modo, oramai caratteristico e per nulla sconosciuto, di impartire le giuste direttive al gruppo che prende sotto la sua responsabilità. Una salvezza con la Reggina e una promozione in Coppa Uefa con la Sampdoria sono elementi importanti per il suo curriculum, la garanzia che serviva per far risorgere i colori azzurri. La voce è alta e scandita, senza i calciatori impegnati con le rispettive nazionali, i quali saranno disponibili solo da giovedì, Walter è ben determinato, agonismo puro, caratteristica dominante a ogni seduta di Castelvolturno. Si insiste sul solito modulo, tanto caro anche al nuovo allenatore, ma che sicuramente sembra poter gestire meglio, dato il suo passato, rispetto ai suoi predecessori. La minaccia è quella di smettere anche di allenarsi se i giocatori non seguono le sue indicazioni, carattere forte, grande voglia di esaudire il proibitivo desiderio, dato l’inizio stagione, del presidente di arrivare almeno al quarto posto: è giusto che una squadra in queste condizioni, si prefissi determinati obbiettivi. La speranza da cui riparte il Napoli è proprio questa, una grinta che sembra non esserci mai stata dall’inizio del campionato, le sue colpe le ha anche Donadoni in questo: sgridare i componenti della squadra, metterli in discussione, motivarli, alternarli, dargli loro intelligenza tattica, un gruppo che dati i nomi, dovrebbe aver già dimostrato di dover avere. Domenica c’è il Bologna e non si sbaglia Nicola Sorrentino

Nicola Sorrentino NAPOLICALCIO.NET

Rispondi