Napoli-Arsenal: sogno ottavi, azzurri a caccia del miracolo

0

Il Napoli affronta l’Arsenal nell’ultimo match della fase a gironi di Champions League. Se il Borussia batte il Marsiglia, il team di Benitez deve vincere con tre goal di scarto.

PROBABILI FORMAZIONI

REINA

MAGGIO – ALBIOL – BRITOS – ARMERO

BEHRMAI – INLER

CALLEJON – PANDEV – MERTENS

HIGUAIN

———————————————————————————————–

GIROUD

CAZORLA – OZIL – RAMSEY

ARTETA – FLAMINI

GIBBS – KOSCIELNY – MERTESACKER – JENKINSON

SZCZESNY

Arsenal Logo
Napoli-Arsenal
Napoli-Arsenal

Schieramenti speculari per le due formazioni che optano per il solito 4-2-3-1. Il Napoli affida come sempre la porta Reina (anche se lo spagnolo è ancora un po’ in dubbio), che comanderà il pacchetto arretrato, formato dai laterali Maggio e Armero e dai centrali Albiol e Britos.

A centrocampo, Behrami (che ha recuperato) e Inler fungeranno da diga, mentre nei tre dietro a Higuain, spazio a Callejon e Mertens sugli esterni, con Pandev che giocherà centrale, cercando di fare le veci dell’acciaccato Hamsik. Per Lorenzo Insigne, solo panchina.

Difesa a quattro anche per Wenger che dovrà fare a meno del francese Sagnà. Szczesny in porta, Jenkinson e Gibbs come terzini, mentre la rodata coppia di centrali sarà formata dal francese Koscielny e dal tedesco Mertesacker.

A centrocampo, duo franco-iberico formato da Arteta e Flamini. Il tridente sulla trequarti vede Zazorla come esterno sinistro, Ramsey come ala destra e il solito Ozil come rifinitore. Al centro dell’attacco fiducia cieca nei 193 cm di Giroud

CURIOSITA’
  • Napoli e Arsenal si affrontano per l’ultimo match del gruppo F di Champions League. Gli azzurri occupano la terza piazza (nonostante gli stessi punti, 9, del Borussia Dortmund) mentre gli inglesi sono primi a quota 12. All’andata finì 2-0 per i Gunners, grazie alle reti di Ozil e Giroud.
  • Nelle ultime stagioni europee, il Napoli al San Paolo non ha mai sfigurato contro le compagini d’Albione. Nell’Europa League 2010/11 finì 0-0 contro il Liverpool. Mentre nella Champions successiva, gli azzurri riuscirono a battere davanti al proprio pubblico, sia il Manchester City (2-1) sia il Chelsea (3-1), prima di essere eliminati proprio nel match di ritorno contro il Blues.
  • Napoli e Arsenal rappresentano in pieno il calcio moderno e multietnico. Nella rosa partenopeo sono soltanto sei i calciatori italiani (Colombo, Cannavaro, Maggio Mesto, Bariti e Insigne). Nei Gunners invece, i rappresentanti inglesi sette: Jenkinson, Gibbs, Hayden, Wilshere, Walcott, Chamberlain, Okpom.
  • L’Arsenal ha interrotto solo lo scorso 10 novembre una serie impressionante di ben 15 risultati utili fra campionato e coppe, fuori casa. Prima del ko contro il Manchester United, i ragazzi di Wenger erano stati battuti dal Tottenham, il 3 marzo 2013.
  • Il Napoli ha interrotto solo lo scorso 11 novembre la sua striscia di imbattibilità interna fra campionato e coppe, perdendo 1-0 contro il Parma. Prima di allora aveva ottenuto 12 vittorie e 3 pareggi. L’ultima sconfitta era coicisa con il crollo per 3-0 di Europa League contro i cechi del Viktoria Plzen lo scorso 14 febbraio.
  • A dirigere l’incontro sarà il 38 enne fischietto ungherese Viktor Kassai. Arbitro di buona esperienza ha fatto il suo esordio internazionale nel 2004 dirigendo Polonia-Inghilterra. Nel 2010 ha fatto parte del team di arbitri di Sudafrica 2010 e nel 2011 è stato designato per la finale di Champions fra Barcellona e Manchester United

Rispondi