Mazzarri può restare a Napoli, ma deve arrivare la Champions

0

L’allenatore è indeciso, ma potrà essere convinto dal ritorno in Europa dalla porta principale. La decisione può arrivare anche prima della fine del campionato.

Resta, se ne va, rinnova, si prende un anno sabbatico. Come un flipper, le voci sulla permanenza o meno a Napoli di Walter Mazzarri si susseguono senza sosta. Comprensibile: l’allenatore livornese ha costituito una parte fondamentale della costruzione della casa azzurra e ora, senza di lui, l’ambiente teme che le fondamenta possano cedere.

Come ha ribadito l’ex tecnico della Samp ad Aurelio De Laurentiis, non è una questione economica a fargli meditare la possibilità di lasciare Napoli. È una questione di stimoli, di prospettive, di futuro. E dal canto suo, il presidente gli ha fatto sapere che lo aspetterà e poi rispetterà la sua decisione, qualunque essa sia. Ma Mazzarri resta la prima scelta del club.

Il campionato termina il prossimo 19 maggio, ma la sensazione è che la decisione di proseguire o meno il rapporto potrà arrivare anche prima, specialmente se la squadra avrà raggiunto il traguardo della Champions League prima dell’ultima giornata. Sarebbe meglio così, e la programmazione della prossima stagione ne risentirebbe in positivo.

Ecco, la Champions League: chiaro che il ritorno in Europa dalla porta principale dopo due anni costituirebbe un punto in più per la permanenza di Mazzarri a Napoli. De Laurentiis ha promesso una grande squadra per la prossima stagione, e pure questo farà traballare il suo allenatore. Insomma, i motivi per essere ottimisti ci sono. Qualche settimana fa non era così.

Rispondi