Juventus-Barcellona 1-3: brindiamo con un buon vino catalanesca del Monte Somma!!!

0

Dopo il primo goal di Rakitic, nella ripresa Morata riporta la partita in parità, ma Suarez firma il 2-1 e in pieno recupero Neymar la chiude dando la Champions ai suoi, brindiamo alla vittoria del Barcellona con un vino locale che si chiama catalanesca, prodotto sul Monte Somma.

Niente da fare per la Juventus, che contro il Barcellona subisce a Berlino la sesta sconfitta della sua storia in una finale di Champions perdendo per 3-1. Per la squadra di Luis Enrique, che aggiunge la quinta Champions League al proprio palmares, arriva anche lo storico Triplete.

La Juventus deve far fronte all’assenza di Giorgio Chiellini infortunato, e Allegri per la sua sostituzione ricorre all’esperienza di Andrea Barzagli. Il tecnico livornese visti gli uomini a disposizione opta per il 4-3-1-2. Fra i pali c’è Buffon, esterni bassi giocano Lichtsteiner a destra ed Evra a sinistra, con Barzagli e Bonucci centrali.

Sulla mediana Marchisio, Pirlo e Pogba, con Vidal sulla trequarti a supporto del tandem composto da Carlos Tevez e Alvaro Morata.

Formazione pressoché tipo per il Barcellona di Luis Enrique, che gioca con il consueto 4-3-3. In porta Ter Stegen, Dani Alves e Jordi Alba sono i terzini, Piquè e Mascherano i due centrali. A centrocampo recupera Iniesta, che va a comporre la linea a tre dei catalani con Rakitic e Busquets. In attacco infine il trio delle meraviglie composto da Messi, Luis Suarez e Neymar.

Passano appena alcuni minuti di studio dopo il fischio d’inizio e il Barcellona si ritrova subito in vantaggio. Iniesta pennella dalla sinistra dell’area per Rakitic: il  centrocampista ruba il tempo a Pogba e sotto misura non ha difficoltà a battere Buffon.

La gara si fa subito in salita per i bianconeri, che tardano a riprendersi dalla rete a freddo e subiscono il gioco dei loro avversari. Al 7’ la squadra di Allegri si affaccia nella metà campo avversaria: Vidal ci prova da fuori ma mette alto sopra la traversa. Dall’altra parte è però Neymar a mettere i brividi a Buffon calciando di poco a lato sulla sinistra del portiere.

All’11’ Vidal, molto nervoso, riceve subito il cartellino giallo per un fallo duro su Busquets. Passano tre minuti e la squadra catalana sfiora il raddoppio: Suarez mette indietro dalla destra dell’area per Dani Alves: botta del brasiliano, Buffon riesce soltanto a respingere e il pallone giunge a Messi. La Pulce di testa prova a servire sul 2° palo Neymar, ma il pallone termina sul fondo.

La Juve si distende bene in avanti al 19’: Pogba si invola palla al piede e dalla sinistra serve all’interno dell’area di rigore Morata: tiro a giro dello spagnolo, che spedisce tuttavia il pallone a lato sul 2° palo.

Juventini, perchè non parlate?

I bianconeri non riescono a produrre il loro gioco, soprattutto perché il Barcellona domina in mezzo al campo. Prima Neymar calcia debolmente fra le braccia di Buffon dalla sinistra dell’area (27’) poi è Suarez a salire in cattedra.

L’uruguayano al 39’ mette a lato di un nulla con un bel diagonale, un minuto dopo calcia di potenza a rete dalla sinistra dell’area, trovando la deviazione in corner di Buffon. Anche Pogba finisce sul taccuino di Çakir, per una brutta entrata da dietro su Lionel Messi.

Al 44’ è Marchisio, fra i più battaglieri nelle fila bianconere, a calciare centralmente dal limite: Ter Stegen blocca però senza affanni.

Il Barcellona quando attacca fa paura e la Juventus deve ringraziare il proprio capitano, Gigi Buffon, se rimane in partita. Al 49’ Suarez riceve da Rakitic sulla sinistra dell’area e di gran carriera calcia angolato sul primo palo: Buffon si allunga e riesce a mettere miracolosamente in angolo. Poco dopo ci prova anche Messi: tiro della Pulce dopo una bella azione corale, con il pallone che esce però nettamente sul fondo.

I blaugrana sembrano sul punto di firmare il raddoppio da un momento all’altro, e invece non riescono a chiudere la partita, tenendo in gioco la Juve.

Al primo errore in fase difensiva i catalani vengono così inesorabilmente puniti dai bianconeri. Marchisio smarca di tacco sulla destra dell’area blaugrana Lichtsteiner, che mette il pallone al centro. Tevez calcia subito in porta, trovando la respinta di Ter Stegen: Morata è però il più lesto di tutti a piombare sul pallone e a firmare l’1-1.

La partita a quel punto cambia volto, con i bianconeri che ci mettono la proverbiale grinta e decidono di giocarsela alla pari con i blaugrana. Ne guadagna lo spettacolo, con continui capovolgimenti di fronte.

Proprio nel momento più difficile però il Barcellona trova le energie per far sua la partita. Al 68’ Messi si inserisce fra le linee ed effettua un gran tiro dal limite dell’area: Buffon riesce soltanto a respingere, sul pallone piomba però Suarez che sotto misura insacca.

La Juventus produce allora il massimo sforzo per pareggiare, e nel finale Allegri ci prova con gli ingressi in campo di Llorente e Coman. Vanno al tiro Marchisio e Tevez, ma senza fortuna. Sul gong i blaugrana si involano addirittura in contropiede e su assist del neoentrato Pedro.

Juve a casa hanno vinto i più forti: un Barcellona stellare!!! Noi intanto brindiamo!!!

La decisiva rete di Suarez
La decisiva rete di Suarez

Rispondi