Cagliari-Napoli 1-4: gli azzurri ripartono con Zielinski, Lozano ed Insigne

0

Il Napoli riparte con la doppietta di Zielinski, Lozano ed Insigne su rigore e travolgono il Cagliari, rimasto in 10 per il rosso a Lykogiannis.

Il Napoli torna a correre. Lo fa trascinato dal talento di Zielinski, dalla verve di Lozano e dalla precisione di Insigne, battendo 4-1 un Cagliari sottotono e rimasto in 10 per espulsione di Lykogiannis.

Di Francesco perde Carboni – positivo al Covid – e si affida alla coppia difensiva Walukiewicz-Ceppitelli. Nandez mediano al posto dell’infortunato Rog, con Gaston Pereiro sulla trequarti a destra. Simeone vince il ballottaggio con Pavoletti. Gattuso rilancia Fabian Ruiz titolare, Lozano si riprende una maglia tra le linee, Petagna è il centravanti. Ospina in porta, Maksimovic accanto a Manolas, Mario Rui a sinistra.

Primo tempo di chiara marca azzurra: predominio e diverse le chances create dalla squadra di Ringhio, al tiro coi vari Zielinski, Fabian e Insigne. A sbloccarla è proprio il polacco a metà frazione, con un sinistro violento che si infila sotto la traversa alle spalle di Cragno.

Il Cagliari fatica ad affacciarsi dalle parti di Ospina, ma a regalare una palla goal ai sardi è Manolas con un disimpegno ‘horror’ che innesca il destro a lato di Simeone. Al 45′ Napoli avanti con merito.

A rompere gli equilibri di inizio ripresa ci pensa Joao Pedro, che trova il pari battendo Ospina da due passi dopo aver vinto un duello in area con Maksimovic. La gioia rossoblù però dura nemmeno 2′, perchè Zielinski si inventa un’altra perla con palleggio nello stretto ed esterno volante che vale l’1-2.

Il Cagliari accusa il colpo, Lykogiannis rimedia il secondo giallo stendendo Lozano lanciato verso l’area e lascia i sardi in inferiorità numerica, oltre che sotto di un goal. Il Napoli ringrazia e, col ‘Chucky’, su un’azione concitata dentro la sedici metri avversaria chiude i conti.

Il match non ha più storia, ma c’è ancora il tempo per assistere al poker azzurro firmato da Insigne dal dischetto (mani di Caligara su tiro di Di Lorenzo): agganciato Careca a 96 goal. Il Napoli ritrova il sorriso, Cagliari bocciato in attesa del ‘Nainggolan atto III’.

IL TABELLINO

CAGLIARI-NAPOLI 1-4

MARCATORI: 25′ e 62′ Zielinski (N), 60′ Joao Pedro (C), 74′ Lozano (N), 85′ rig. Insigne (N)

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno 6; Zappa 5, Walukiewicz 5, Ceppitelli 5, Lykogiannis 4; Nandez 5,5, Marin 5,5; Pereiro 5 (56′ Tramoni 5), Joao Pedro 6 (83′ Caligara 5), Sottil 4,5 (68′ Tripaldelli 5); Simeone 5 (83′ Pavoletti sv). All. Di Francesco.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina 6; Di Lorenzo 6, Maksimovic 5,5, Manolas 5,5 (87′ Rrahmani sv), Mario Rui 6 (87′ Ghoulam sv); Fabian Ruiz 6, Bakayoko 6 (87′ Lobotka sv); Lozano 7, Zielinski 7,5 (77′ Elmas sv), Insigne 6,5; Petagna 6,5 (77′ Politano sv). All. Gattuso.

Arbitro: Manganiello

Ammoniti: Sottil (C), Zielinski (N), Caligara (C)

Espulsi: Lykogiannis (C)

Rispondi