[Ufficiale] Zielinski è del Napoli

0

La SSC Napoli comunica di aver acquisito dall’Udinese a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore Piotr Sebastian Zielinski. Puntuale il tweet del presidente del Napoli De Laurentiis: “Benvenuto”.

Nato a Zabkowice Slaskie, nella Bassa Slesia, il 20 maggio del 1994, Piotr Zielinski è quello che può essere definito un ‘enfant prodige’ del pallone. Fin da giovanissimo entra a far parte del settore giovanile del Zaglebie Lubin, società la cui prima squadra milita nella Prima Divisione polacca, e per le sue qualità viene chiamato nelle Nazionali giovanili.

Come raccontato dal ds friulano Larini, l’Udinese lo nota a 15 anni proprio in un torneo giocato con la Polonia Under 16, e le sue qualità non passano inosservate agli occhi di Andrea Carnevale. Al di fuori dei confini nazionali il ragazzo era praticamente uno sconosciuto: 100 mila euro furono sufficienti all’Udinese per assicurarselo e portarlo in Italia nel 2011, all’età di 17 anni. Con una cifra davvero irrisoria, ha saputo stupire sin da subito osservatori e tecnici per la sua facilità nel calciare con entrambi i piedi e per la notevole qualità tecnica di base di cui è dotato. Il giovane polacco non è uno di quei calciatori che giocano tacco e punta, sa fare bene il suo lavoro, con semplicità e dedizione, non ha deluso infatti le aspettative che si avevano nei suoi confronti.

Subito in mostra nella primavera friulana, siè guadagnato quasi subito la chiamata di Francesco Guidolin in prima squadra. Con le sue giocate e la brillantezza nell’impostare la manovra, gli hanno permesso di giocare anche in una posizione più arretrata, posizione in cui è letteralmente esploso poi ad Empoli, squadra in cui ha giocato in prestito per due anni, dapprima con Sarri (giocando poco) e poi con Giampaolo.

Zielinski alla firma

I numeri a Piotr Zielinski di certo non mancano. Destro naturale, sa usare con estrema efficacia anche il sinistro. Specialista dei calci piazzati dal limite dell’area, abile nel dribbling, è un grande smistatore di palloni. Da trequartista sa essere l’uomo dell’ultimo passaggio, mentre in posizione più arretrata, da regista di centrocampo, può dar sfogo al suo lancio lungo, con il quale nelle formazioni giovanili ha spesso mandato in rete i compagni.

Dotato di un tiro potente e improvviso, Zielinski non disdegna infine nemmeno la stoccata personale, caratterizzandosi come un giocatore completo. “Fisicamente Zielinski somiglia un po’ al giovane Lars Ricken, ex talento del Borussia Dortmund in grado di segnare un goal alla Juventus di Lippi nella finale di Champions League del 1997. Per le qualità tecniche, la facilità nel passaggio e l’abilità nel tirare i calci di punizione, invece, il polacco ricorda molto Domenico Morfeo.” Questo il pensiero di molti addetti ai lavori che l’hanno visto giocare.

All’Udinese andranno ben 15 milioni di euro più il cartellino di Camilo Zuniga, che peraltro è già andato via in prestito al Watford di proprietà dei Pozzo. Il ragazzo avrà un contratto quinquennale da 1.3 milioni a salire.

Leave A Reply