Udinese-Napoli 0-1, Sarri se la prende col campo: “Inguardabile”

0

Sarri dopo Udinese-Napoli: “Il campo era inguardabile, difficile giocarci su. La gara contro la Juventus non sarà decisiva“.

Nonostante una grande sofferenza, il Napoli porta a casa anche la 12esima vittoria in campionato battendo in trasferta l’Udinese grazie a Jorginho, freddo nel ribadire in rete una respinta di Scuffet su calcio di rigore calciato in malo modo dall’italo-brasiliano.

Intervistato da ‘Premium Sport’ dopo la partita, Sarri se l’è presa con il terreno di gioco della ‘Dacia Arena’:

“Gli scorsi anni in gare sporche come queste andavamo in difficoltà, su questo siamo migliorati. Non siamo stati brillanti come al solito, colpa anche di un campo inguardabile che è lo specchio attuale del calcio italiano: per stoppare un pallone servivano sempre tre tocchi“.

Venerdì 1° dicembre c’è Napoli-Juventus:

Non credo sia decisiva visto che manca ancora tantissimo alla fine del campionato: naturalmente daremo tutto, è una gara molto sentita dai nostri tifosi e vorremo fare bella figura davanti a loro. Per ora una vera e propria squadra leader non c’è, la classifica dice questo”.

Tante le partite giocate nel giro di pochi giorni:

“Dal punto di vista fisico è difficile fare grandi carichi, diverso se invece parliamo sotto l’aspetto tattico. Oggi ho visto una buona fase difensiva, è chiaro che se diventiamo una squadra solida si fa tutto più facile, visto che le qualità in avanti per segnare le abbiamo”.

“Giocando così spesso c’è un rischio maggiore di grande dispendio mentale più che fisico, soprattutto per quanto riguarda le gare di Champions dove c’è una pressione maggiore”.