Udinese-Napoli 0-1: Jorginho sbaglia il rigore ma poi segna, gli azzurri si riprendono la vetta

0

Jorginho sbaglia dal dischetto ma ribadisce in rete: il Napoli soffre ma porta a casa tre punti che lo riportano in testa alla classifica.

L’Udinese tiene testa alla capolista Napoli ma cade ancora dopo il cambio in panchina. Azzurri poco brillanti in una gara più sofferta del previsto, decisivo un calcio di rigore procurato da Maggio nel primo tempo.

Oddo schiera la difesa a tre con Angella, Danilo e Samir, alzando Widmer e Adnan esterni di centrocampo. Balic, Fofana e Barak i tre mediani, De Paul torna più vicino alla porta nel suo naturale ruolo di trequartista alle spalle di Perica. Sarri conferma in blocco attacco e centrocampo, mentre in difesa la novità è Chiriches al posto di Albiol, con Maggio a destra e Hysaj spostato a sinistra.

La prima parte del match si presenta molto equilibrata con una buona Udinese sia in fase difensiva che in quella propositiva. De Paul si muove bene tra le linee e tenta un paio di volte la conclusione da fuori, mentre gli ospiti cercano il varco giusto con il solito veloce possesso palla.

La partita si fa complicata per la capolista, che però sblocca la situazione poco dopo la mezz’ora: Maggio si sovrappone in area avversaria e viene steso da Angella. Nessun dubbio sul calcio di rigore, che Jorginho si fa parare da Scuffet prima di ribadire in rete. Dopo il vantaggio il Napoli gioca più sciolto e resta con più continuità nella metà campo avversaria fino all’intervallo.

 

Ad inizio ripresa la squadra di Sarri parte forte con i soliti scambi nello stretto: Mertens e Hamsik tentano la conclusione in area avversaria, ma vengono murati dalla difesa. L’Udinese resta in partita con attenzione sfruttando la fisicità dei suoi uomini a metà campo: l’ingresso di Lasagna dona più vivacità alla manovra offensiva. Oddo gioca anche la carta Jankto, mentre Sarri risponde con Diawara.

Mertens cerca in profondità Callejon, che al 74′ si divora il raddoppio calciando al volo troppo centrale tra le braccia di Scuffet. Nel finale entra anche Zielinski alto a sinistra al posto di Insigne, mentre Barak cerca due conclusioni dalla distanza senza troppa precisione. L’Udinese non trova la forza dell’assalto finale e la squadra partenopea controlla con attenzione il vantaggio.

I GOAL

33′ JORGINHO 0-1 – Maggio si sovrappone e viene steso da Angella in area di rigore. Dal dischetto Jorginho calcia malissimo con un debole piatto destro, ma il centrocampista azzurro si fa trovare pronto sulla respinta ed insacca.

I MIGLIORI

UDINESE: BARAK

Tenta spesso la conclusione da fuori senza fortuna, ordinato a centrocampo con buone geometrie.

NAPOLI: MAGGIO

Si procura il rigore che sblocca la partita ed è sempre puntuale nelle sovrapposizioni. Attento anche nelle chiusure difensive.
I PEGGIORI 

UDINESE: ANGELLA

Distratto in occasione del fallo da rigore: perde un rimpallo ed interviene con poca lucidità su Maggio.

NAPOLI: MERTENS

Giornata storta per il gioiello belga sul campo della Dacia Arena: gioca pochi palloni e non riesce mai a pungere in area di rigore avversaria.