Napoli-PSG, Callejon: “Napoli pronto per qualcosa di importante”

0

Napoli-PSG al San Paolo, Callejon sente che il momento di alzare l’asticella è arrivata: “Negli ultimi anni siamo diventati più forti“.

Domani sera alle 21 il Napoli ospita al San Paolo il Paris Saint-Germain, nella quarta giornata del girone C di Champions League. Sarà un match determinante, sia per gli azzurri, sia per i parigini. Il 2-2 rocambolesco del Parco dei Principi fa capire come il match non abbia un favorito. Gli azzurri hanno tanta voglia di vincere, e di dimostrarsi all’altezza di certi match. Parola di Josè Maria Callejon.

“Ogni anno ho visto un Napoli forte. Abbiamo avuto molti giocatori importanti. Siamo sempre stati una squadra forte, da quando io sono qui”, ha aperto Callejon. Il gruppo sembra più maturo, più sicuro, più consapevole: “Alcuni di noi giocano insieme da tanti anni, ed ogni anno ci conosciamo di più. Con gli anni si matura, si giocano più partite importanti. Con il passare del tempo tutti andiamo più forte, la squadra va più forte”. Dopo 6 anni in azzurro, quindi, embra poter essere arrivato un momento clou per Callejon e il Napoli in Champions League. “Siamo consapevoli di essere più maturi, poi il mister ci ha dato più consapevolezza. Possiamo realizzare grandi cose“.

Rispetto al match di Parigi, ci sarà il ritorno di Thiago Silva al centro della difesa dei francesi. Un problema in più per gli attaccanti del Napoli. “Se ci sarà o meno Thiago non cambierà, loro sono tutti forti. Dobbiamo essere consapevoli della partita che abbiamo giocato all’andata, e se possibile ripeterla”.

Potrebbe anche essere la partita buona per trovare il primo gol stagionale:

“Son tranquillo. Sto aiutando la squadra in ogni partita, faccio assist. Il calcio è così, magari per un po’ ti manca, ma una volta che arriverà, sarà tutto più semplice”.

Un digiuno, dovuto in parte anche al cambio in pancina: con Ancelotti, infatti, qualcosa è cambiato, per posizioni in campo e metodi di gioco.

“Ogni allenatore ha le sue cose ed il suo metodo di gioco. Io mi trovo bene. Forse se si cambia qualcosa, potrebbe migliorare la mia situazione. Ma quando sono chiamato in causa, prova a dare sempre il massimo. Il mister ci spiega molto, mi piace lavorare con lui, è molto bravo a fare cambi in corsa”.

Leave A Reply