Napoli, De Laurentiis punge la Juve: “Se avessi un debito di 200 milioni che senso avrebbe vincere?”

0

De Laurentiis non è preoccupato per il distacco dalla Juventus, punta all’Europa League e punge Sarri: “Bello affrontarlo… se resiste“.

Il presidente De Laurentiis promuove il suo Napoli e, beccato da ‘Sky Sport’, non perde l’occasione per siringare la Juventus oltre che il grande ex Sarri.

Il presidente azzurro infatti non è stupito o preoccupato dal -13 in classifica e ne spiega il motivo.

Se avessi un debito di 200 milioni con le banche per un calciatore, che senso avrebbe vincere? Vedo i tifosi che se non sono primi non sono contenti. Ma uno deve lottare fino alla fine. Se uno si abbatte alla prima difficoltà, allora nella vita è un fallito. Non c’è solo un primo, vinciamo tutti se si gioca con grande voglia”.

De Laurentiis ne ha anche per Maurizio Sarri, ex tecnico del Napoli che oggi non attraversa un momento molto fortunato al Chelsea.

Sfida in Europa League? Sarebbe bello, sempre se Sarri dovesse resistere… lo gli auguro di sì. Non gli posso augurare che fare del bene, è uno che ama alla follia questo lavoro. Forse questo gli fa perdere il lume della ragione ogni tanto. A Napoli ha dato tanto. Non sempre si può condividere la sua visione, ma ognuno ha i suoi valori e i suoi difetti”.

Infine De Laurentiis promuove Ancelotti confermando il 7 al suo Napoli e sogna la finale di Europa League.

“La nostra non è una squadra timida, abbiamo un allenatore che ha vinto di tutto e di più, saprà guidarci verso la meta. Siamo stati abbastanza fortunati con il sorteggio. Ancelotti darebbe 7 al Napoli? Sono sempre in linea con Carlo, lui è un uomo molto cauto e onesto, sia fuori che dentro al campo. Poi riuscirà sicuramente ad aumentarlo. Come? Se il Napoli riuscisse ad arrivare alla finale di Baku per esempio”.

Leave A Reply