Napoli, Benitez perentorio: “Troppi anni senza Scudetto, la rosa deve migliorare”

0

Il tecnico del Napoli, Rafa Benitez, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Sampdoria: “Con De Laurentiis e Bigon piena sintonia sul calciomercato”.

Il tecnico del Napoli, Rafa Benitez, ha parlato con i giornalisti in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Marassi contro la Sampdoria. Il clima, contrariamente al solito, a Castelvolturno era piuttosto teso per la lettera con un proiettile all’interno arrivata nella sede azzurra.

“Come allenatore ho la responsabilità di parlare di calcio,ha esordito Rafama è chiaro che quella giornata non vogliamo rivederla in futuro. Auguriamo il meglio ai feriti, a chi sta soffrendo, ma noi dobbiamo parlare di calcio e concentrarci sulle gare”.

Rafa Benitez
Rafa Benitez

Il discorso si sposta poi su temi prettamente calcistici. “Il budget per il mercato? Io parlo con il presidente tante volte. – ha spiegato Benitez – Di mercato parlo con Bigon, siamo in sintonia e dobbiamo capire cosa possiamo fare. E’ un’opportunità per la società per crescere, fare così bene per tanti anni ma migliorare ancora come struttura”.

“Oggi è l’anniversario del primo Scudetto, sono passati 27 anni, il Napoli ha vinto ma sono passati anni… – ha poi sottolineato – Bisogna creare una struttura che permette al club di andare sul mercato e rinforzare la rosa sempre, attrarre i giocatori, stare sempre ai vertici”.

Con il 3° posto in cassaforte, il Napoli non ha più molto da chiedere alla sua stagione, ma per Benitez le motivazioni restano alte: “Mancano due partite. Tanti giocatori vogliono far bene per entrare nella lista dei Mondiali, – ha sottolineato – chi dovrà andare via lo stesso per altre squadre e chi per dimostrare che deve restare. Queste motivazioni condizionano le nostre scelte. Qualcuno arriverà, la rosa deve migliorare, ma non so quanti…”.

Sulle ultime gare da disputare, apparentemente senza grandi ambizioni, lo spagnolo ha ribadito:

Tutto serve per noi, per la società, a livello di staff. Puoi fare 100 punti, fare record in trasferta, record di punti, sono cose che vogliamo provare a fare. Non è facile per chi è certo di andare ai Mondiali, ma per gli altri giocatori cambia.”.

Leave A Reply