Manchester City-Napoli, Guardiola cambia: “Dovremo adattarci al Napoli”

0

Pep Guardiola mostra grande stima nei confronti del Napoli di Sarri: “Dovremo adattarci, perchè è una squadra che gioca diversamente dalle altre“.

Difficile esame per il Napoli di Sarri, che dopo aver consolidato il primato in Serie A affronta in Champions League il Manchester City all’Etihad. Pep Guardiola ha presentato alla vigilia la gara contro gli azzurri.

Intervenuto in conferenza stampa, Pep rinnova la sua grande stima nei confronti degli azzurri:

Dovremo adattarci al Napoli, dovremo cambiare qualcosa perchè il Napoli gioca diversamente rispetto a quelle di Premier League. Mi piace guardare come giocano, amo vedere il bel calcio e ci sono molte cose che mi piacciono della squadra di Sarri. Giocheranno due squadre che amano tenere palla, non mi aspetto un avversario piazzato dietro”.

Guardiola descrive la partita che andrà in scena sottolineando le caratteristiche degli azzurri:

Fanno molto pressing, hanno tre giocatori molto dinamici davanti e hanno sempre tempi perfetti, specialmente con Callejon. A centrocampo hanno molta qualità con Jorginho, fanno girare bene la palla. Poi hanno un portiere molto esperto, Reina è un leader, aveva tutto per fare il mister già ai tempi di Monaco, è stato un onore averlo con me. Quando in Italia vinci 8 partite di fila significa che sei veramente forte. Ho letto i commenti di De Laurentiis alle mie parole, ma sono fermamente convinto che sia una grande squadra. Se volete farmi dire che è una squadra disastrosa lo dico, ma non è quello che penso”.

Il Kun Aguero è ancora in dubbio dopo il problema alle costole:

Migliora ogni giorno, ieri si è allenato molto bene. Prima dello Stoke non era al top, ma ieri l’ho visto molto bene”.

Guardiola non crede al probabile turnover di Sarri proprio nell’appuntamento più affascinante:

“No, non ci credo. Nelle ultime partite c’è sempre stata la stessa formazione e anche domani mi aspetto la stessa. Se mi piacerebbe allenare il Napoli? Ora Sarri è l’allenatore. Scudetto a Napoli e Premier al City? Vedremo, gli azzurri vanno fortissimo ma la Juve non mollerà mai, poi le milanesi e le romane stanno facendo bene. Più difficile vincere in Inghilterra o in Italia? E’ sempre dura vincere, oggi tutti i campionati sono difficili perchè le squadre migliorano ogni anno e anche gli allenatori si conoscono”.

Infine dice la sua sul movimento italiano degli allenatori:

“Sacchi ha dato la svolta al calcio italiano, ora ci sono tanti allenatori bravi come Sarri, Allegri, Conte e tanti altri. Non fanno più catenaccio, quando le italiane vogliono giocare a calcio lo fanno. Domani la differenza la faranno però i giocatori, ma penso sempre che Sarri lascerà qualcosa al calcio italiano e ai giocatori che ha avuto, ha una forza speciale di vedere il calcio”.

Leave A Reply