Liverpool-Napoli 5-0: azzurri travolti a Dublino, Karnezis horror

0

Sarà anche calcio d’agosto, ma appare subito chiaro che a questo Napoli manca qualcosa, innanzitutto un portiere che dia garanzie e più peso in attacco; azzurri subito sotto di due reti ad inizio gara con Milner e Wijnaldum, nella ripresa Salah, Sturridge e Moreno arrotondano il risultato.

Un Napoli visibilmente più indietro nella preparazione fisica viene travolto da un Liverpool autentico dominatore del match. A Dublino finisce 5-0 con le reti di Milner, Wijnaldum, Salah, Sturridge e Moreno, male Karnezis tra i pali.

Ancelotti punta su Milik al centro del tridente con Insigne e Callejon, dentro Fabian accanto a Marek Hamsik, spazio a Luperto nel ruolo di terzino sinistro. Klopp schiera il trio titolare Mane-Firmino-Salah, con Milner e Wijnaldum a centrocampo accanto a Keita.

Impatto pessimo sul match da parte degli azzurri e partenza super dei Reds, che dopo appena 4 minuti passano in vantaggio: Mane viene servito nel cuore dell’area napoletana, il numero 10 sterza e serve un pallone d’oro a Milner, che scarica un preciso sinistro sotto l’incrocio.

Il Napoli deve ancora scendere in campo e il Liverpool ne approfitta: sugli sviluppi di un corner lo stesso Milner crossa perfettamente per la testa di Wijnaldum, che insacca anticipando in uscita Karnezis, colpevole di aver sbagliato totalmente il tempo dell’intervento.

La reazione degli uomini di Ancelotti si concretizza con un bel destro angolato di Insigne neutralizzato da Alisson e con una ghiotta occasione per Milik, che spara a lato da dentro l’area. Poco prima dell’intervallo Milik viene servito in profondità e salta Alisson per poi depositare in rete, ma la rete viene annullata per una posizione di fuorigioco molto dubbia.

Nell’intervallo entrano in campo Shaqiri nel Liverpool e Mario Rui nel Napoli: il portoghese si rende protagonista di un duro scontro aereo con Milner, che costringe l’inglese a lasciare il campo per l’ingresso di Fabinho.

Squadre rivoluzionate con tanti cambi per parte: nel Liverpool entrano Alberto Moreno, Jones, Alexander Arnold, Sturridge, Solanke. Nel Napoli in campo Rog, Diawara, Ounas, Verdi e Inglese.

Il Liverpool continua a spingere e trova il tris con un’azione avvolgente: Albiol rinvia corto anche a causa di una vistosa spinta di Mane, l’arbitro lascia giocare e la palla viene raccolta da Salah, che è libero di insaccare sotto l’incrocio da posizione ravvicinata.

Il Napoli prova a far male con un’accelerazione di Mario Rui, ma la squadra inglese approfitta dei grandi spazi. Maksimovic apre due volte la strada al neo entrato Sturridge, che grazia due volte Karnezis. Alla terza occasione il centravanti non fallisce: Origi conclude e impegna ancora il portiere greco, che non può nulla sul tap-in del numero 15.

A questo punto il Napoli sparisce dal campo: Moreno conclude da posizione defilata con un potente destro sul primo palo, Karnezis si fa bucare i guantoni e concede il quinto goal. Brutta prestazione del portiere azzurro, che si riscatta parzialmente pochi minuti più tardi con un grande riflesso su Solanke. Nel finale Verdi cerca il goal della bandiera, ma il pesante risultato non cambia.