L’addio di Lavezzi: “I tifosi azzurri sono troppo affettuosi. Porterò per sempre Napoli nel cuore”

0
Ezequiel Lavezzi

Ezequiel Lavezzi torna a parlare. Lo fa quando ormai il suo passaggio al PSG è imminente. Questione di ore, al massimo giorni, e l’ormai ex attaccante partenopeo approderà all’ombra della Tour Eiffel. Ecco quanto affermato dal Pocho: “Sulla trattativa non so molto. La sta conducendo il mio agente. Di Napoli porto nel cuore lo straordinario affetto della gente, a volte, consentitemelo, eccessivo ma che rende la città particolare. All’inizio del mio periodo napoletano c’era qualcuno che storceva il naso, dicevano che ero grassottello e non ero molto considerato poi ho guadagnato credito e simpatia tra la gente. Il Napoli mi ha lanciato e mi ha dato grande visibilità a livello internazionale. C’è stato un momento quest’anno in cui abbiamo concretamente creduto allo scudetto. Ricordo le cinque vittorie di fila a febbraio, poi le sconfitte contro la Juventus e la Lazio hanno ridimensionato decisamente i nostri sogni di gloria. Abbiamo perso troppi punti in casa: penso al pareggio contro il Cesena e a quello contro il Catania. Se vuoi vincere il campionato queste partite non le devi sbagliare. Cavani al PSG con me? Non ho notizie al riguardo, ma so che Edi si trova molto bene a Napoli. Sarà una novità non fare il ritiro con la maglia azzurra. Ricordo i ritiri in Austria con Reja ad Hermagor e a Jennersdorf. Poi siamo andati a Lindabrunn con Donadoni e poi in Trentino con Mazzarri. Sono tre allenatori che mi hanno insegnato molto. Per ora so solo che lì non c’è il mare ma c’è un fiume, la Senna… Sono due città completamente differenti: Napoli è una città di mare, Parigi è una città più interna dove ci sono tante attrazioni e dove, immagino, potrei godere di più della mia privacy”.

Antonio De Filippo NAPOLICALCIO.NET

Leave A Reply