Il Milan vuole Lavezzi, Marino però rassicura i tifosi: “Resta con noi”.

0

Tempo di vacanze, almeno per buona parte dei calciatori. C’è chi torna in patria dopo mesi di lontananza, chi si gode le spiagge assolate del Belpaese. Qualcun altro sarà impegnato con la propria nazionale, ma tra questi non figura Ezequiel Lavezzi, da qualche giorno di nuovo in Argentina, anticipando il rompete le righe che sarà proclamato domani a Castelvolturno. Il Pocho appare confuso, continua a bussare alla porta del Napoli per battere cassa, ma Marino non si fa mai trovare a disposizione. Un atteggiamento che ha indispettito non poco il numero 7 azzurro, pronto a concedersi ai grandi club che fanno la corsa per accaparrarsi le sue prestazioni. A dire il vero, non sembra al momento esserci un club disposto a svenarsi per Lavezzi. Si parla del Liverpool, della Juventus, adesso anche del Milan, che avrebbe individuato in lui il sostituto ideale per Kakà, ormai pronto a salpare le ancore per giungere a Madrid. A confermare quest’indiscrezione c’è quel gran simpaticone di Alejandro Mazzoni, il procuratore dell’argentino che non aveva mai concesso tante interviste come in questo periodo. Mazzoni ha detto che finora il Milan non si è fatto concretamente avanti, ma è risaputo a tutti l’interesse di Berlusconi per il suo assistito. Con estrema sincerità, intercorre un abisso tecnico considerevole tra Kakà e Lavezzi, ma forse i rossoneri vogliono predisporre un progetto diverso, lasciando spazio a volti nuovi. A Mazzoni, però, sfugge un particolare non da poco. La società partenopea aveva promesso a Natale un adeguamento del contratto, cavalcando l’onda di un periodo fantasmagorico in campionato, ma adesso sembra del tutto fuori luogo avanzare pretese dopo un finale di stagione così deludente. Marino e De Laurentiis dovrebbero allestire quest’incontro al più presto, per chiarire definitivamente tutti i punti della vicenda. Lasciar squillare il telefono senza rispondere non è un comportamento esemplare, Lavezzi è comunque un simbolo della rinascita azzurra e merita rispetto, senza ferire la sua dignità. Il direttore generale del Napoli non è di bocca larga, si limita a rassicurare i tifosi. Il Pocho resterà, adesso è bene che si goda le ferie, liberandosi dallo stress che questa situazione instabile gli procura. Potrebbe prendere esempio da Hamsik, che ha confermato tutto il suo amore per la casacca azzurra, evitando di fare le bizze sulla questione economica. Anche allo slovacco era stato promesso un ritocco, ma il ragazzo ha abbassato la cresta, consapevole che le sue recenti prestazioni hanno deluso non poco i suoi affezionati tifosi. Guarda e impara, caro Ezequiel!

Aurelio Scandurra NAPOLICALCIO.NET

Leave A Reply