E’ il momento di Emanuele Calaiò?

0

Come previsto, la simpatica canaglia Gianpaolo Tosel, giudice sportivo, ha fermato per un turno Savini e Lavezzi. La squalifica dell’attaccante argentino Ezequiel Lavezzi, ripropone la candidatura di Calaiò per la gara in programma domenica contro il Siena. Al momento non risulta nessuna conferma ufficiale, ma il tecnico del Napoli Eddy Reia, da sempre sostiene che l’attaccante palermitano è il sostituto naturale dell’attaccante argentino. Quindi salvo rivoluzioni tattiche si prevede che a Siena Calaiò sarà della gara ed avrà novanta minuti per convincere e segnare. Una specie di aut-aut che potrebbe sancire il futuro del palermitano in azzurro. La società del Napoli pensa già al futuro, secondo alcune fonti, avrebbe l’intenzione aprire una trattativa con la Juventus per acquisire l’intero cartellino di Zalayeta. Qualcuno ha anche detto che la contropartita potrebbe essere Hamsik, ma Marino e De Laurentiis, hanno più volte smentito tali voci e tutti i tifosi sperano e si augurano che si tratti solo di qualche ‘invenzione’ per poter vendere qualche copia di giornale in più. Intanto Roberto Sosa non nasconde le sue convinzioni nel progetto del presidente De Laurentiis: “Tre anni e mezzo fa non c’era niente- ha dichiarato El Pampa – oggi siamo in serie A. Perciò dico ai miei compagni di squadra di tenersi stretto il posto nel Napoli. Al di là di giocare o meno, vedere lo stadio San Paolo quando è pieno è una cosa bellissima”.

 

C. Francesco Piantedosi

Leave A Reply