Cesena-Napoli: le pagelle.

0

Il Napoli esce dal Manuzzi di Cesena con una vittoria per 1-3 importantissima per il morale in vista dell’impegno di mercoledì a Manchester contro il City di Roberto Mancini. Il tecnico azzurro è riuscito a portare i tre punti a casa ed allo stesso tempo ha fatto rifiatare Marek Hamsik, entrato soltanto al 13esimo minuto della ripresa, e Lavezzi (uscito a dieci minuti dalla fine). A prescindere dall’espulsione di Benalouane il Napoli ha disputato un ottimo match dimostrando che anche quest’anno sarà una delle squadre da battere. Vediamo nel dettaglio la prestazione di ogni singolo calciatore azzurro:

DE SANCTIS 6: Incolpevole sul tiro ravvicinato di Guana: ci mette una pezza ma non è sufficiente ad evitare il goal. Per il resto non viene mai impegnato seriamente dagli attaccanti bianconeri. Grande sicurezza nel bloccare il pallone anche su un campo come quello sintetico, il quale fa viaggiare la sfera molto più velocemente.

CAMPAGNARO 7,5: Si era temuto il peggio per le sue condizioni fisiche in estate a causa di un incidente automobilistico ed invece conferma di essersi ripreso al cento per cento anche dal punto di vista mentale. Chiude tutti i varchi ed è bravo a spingersi in avanti con forza e velocità. Ha il merito di riportare il Napoli in vantaggio con un goal in scivolata su azione di calcio d’angolo.

CANNAVARO 6: In difficoltà su Guana in occasione del goal del pareggio. Per il resto riesce nel non facile compito di arginare Mutu. Bravo nel finale a contrastare Bogdani sulle palle aeree.

ARONICA 6: Semplice e conciso nel bloccare gli attacchi dei padroni di casa. In un paio di occasioni lascia troppo spazio ad Eder e permette a Candreva di trovarsi tutto solo davanti a De Sanctis. Nel complesso merita la sufficienza.

MAGGIO 7: Sulla fascia destra ormai è una costante: riesce a spingere per tutti i novanta minuti e salta con molta facilità l’avversario. Al 20esimo minuto del primo tempo su cross di Dossena sfiora l’eurogoal con un tiro al volo. Generoso nel secondo tempo dopo una grande azione a dare il pallone a Pandev, il quale a porta vuota colpisce la traversa.

INLER 7,5: E’ il salto di qualità che mancava al centrocampo del Napoli. Abbina qualità e quantità in modo eccezionale, le sue aperture sulle fasce sono sempre precise e sa mandare in porta i compagni con passaggi filtranti. Un giocatore completo e già perfettamente integrato negli schemi di Mazzarri.

DZEMAILI 6,5: Buona prestazione per lo svizzero. Spinge poco lasciando l’iniziativa ad Inler e si limita a coprire la zona davanti alla difesa. Molto bravo in un paio di occasioni a rincorrere e fermare le ripartenze romagnole. Un mastino che non si stanca mai di fare pressing.

DOSSENA 6,5: Nel primo tempo spinge molto e serve due palloni d’oro prima a Maggio e poi a Lavezzi ma i due non riescono a centrare la porta. Nella ripresa, con gli ingressi di Hamsik e Pandev e la sostituzione di Aronica, viene impiegato in fase difensiva e dimostra di saper fare bene entrambi i ruoli.

SANTANA 6: Poco lucido in un paio di occasioni. Deve trovare ancora la forma migliore ma dimostra di essere un calciatore da Napoli.

LAVEZZI 7: E’ bravo a portare subito il Napoli in vantaggio restando in area di rigore su una rimessa laterale e trovandosi a tu per tu con Ravaglia. Tutte le azioni dei partenopei passano per i suoi piedi. Spreca un paio di occasioni clamorose ma nel complesso ha sfornato un’ottima prestazione.

CAVANI 6: Poco lucido e poche occasioni per il Matador. Da premiare però la solita generosità soprattutto nei ripiegamenti difensivi.

HAMSIK 8: Poco da dire su un fenomeno come lui. Entra e cambia la partita: assist per il goal di Campagnaro e grande destro all’87esimo minuto che chiude il match. Un giocatore fondamentale per questa squadra.

PANDEV 6: Buona l’intesa con i compagni. Dimostra di avere già una condizione fisica accettabile, ma l’errore a porta vuota ha del clamoroso. Diamo la colpa al sintetico che è meglio…

FERNANDEZ SV: Gioca soltanto 8 minuti più i 4 di recupero. Troppo poco per esprimere un giudizio.

MAZZARRI 8: Riesce nel doppio intento di portare a casa i tre punti e far riposare Hamsik. La squadra ormai gioca a memoria ed anche i nuovi innesti si sono inseriti negli schemi del tecnico livornese. E’ sempre più il valore aggiunto della società azzurra.

Antonio De Filippo NAPOLICALCIO.NET

Leave A Reply