Calciomercato Napoli: Sarri ha convinto De Laurentiis, rinnovo vicino

0

Gli ottimi risultati ottenuti da Sarri nelle ultime settimane ed il bel gioco espresso dalla squadra hanno convinto il Napoli ad accelerare sul rinnovo del contratto del tecnico.

Ottimi risultati e bel gioco, con 2° posto in campionato e 1° nel Gruppo D di Europa League. Anche coloro che erano scettici si sono convinti della bontà della scelta del presidente Aurelio De Laurentiis di affidare la panchina del Napoli all’ex allenatore dell’Empoli, Maurizio Sarri, e ora, secondo quanto riferisce stamane ‘Il Corriere dello Sport’, il presidente avrebbe rotto definitivamente gli indugi, accelerando i tempi per il rinnovo di contratto.

L’accordo attualmente in essere fra Sarri e il Napoli scadrà infatti nel 2016, ma da entrambe le parti c’è la volontà di definire il prolungamento in tempi rapidi, ben prima di quel 30 aprile previsto da clausola come termine ultime entro cui il club azzurro può esercitare unilateralmente l’opzione di rinnovo al pari della rescissione.

L’attuale contratto di Sarri prevede un ingaggio di base di settecentomila euro (è appena 12° nella graduatoria dei più pagati), più svariati premi legati agli obiettivi (conquista dell’Europa League e Scudetto compresi, con il titolo che porterebbe nelle tasche dell’allenatore oltre un milione di euro). Il Napoli, attraverso il Direttore sportivo Federico Giuntoli, avrebbe fatto recapitare al manager del tecnico, Federico Pellegrini, una prima proposta.

Quest’ultima prevede appunto il rinnovo immediato, senza la necessità di attendere la Primavera, e uno stipendio di base ritoccato fino ad un milione e duecentomila euro. Fermo restando un ulteriore incremento garantito dai consueti bonus. La trattativa, insomma, è partita, e anche se l’accordo è ancora in divenire, l’impressione è che non ci vorrà molto per la fumata bianca.

Del resto i risultati della squadra azzurra parlano chiaro: Sarri, per vittorie consecutive in campionato (5) ha già fatto meglio di Rafa Benitez, eguagliando due illustri predecessori come Mazzarri e Bigon. Ora davanti a lui c’è solo Ottavio Bianchi, capace, con il Napoli di Maradona, di mettere in fila ben 7 successi consecutivi in Serie A nella stagione 1987-88, superando nell’ordine Fiorentina, Sampdoria, Cesena, Ascoli, Pisa, Avellino e Pescara.

Ora Sarri, che ha battuto Juventus, Milan, Fiorentina, Chievo e Palermo, con 3 successi al San Paolo e 2 in trasferta, ha la possibilità, in caso di vittoria contro il Genoa, di avvicinarsi a questo primato, staccando al contempo sia Mazzarri, sia Bigon.

Leave A Reply