Calciomercato, il Napoli non molla James Rodriguez: possibile colpo last minute

0

Nonostante la titolarità conro il Valladolid e le smentite di rito, James rimane sul mercato. Ancelotti spera: azzurri vigili per affondare il colpo last minute.

Che farà James Rodriguez? Se lo chiedono in tanti, certo, perché il colombiano per mesi ha rischiato di diventare uno dei colpi più sensazionali dell’intera sessione estiva di mercato. Il classe 1991 cresciuto nel settore giovanile dell’Envigado, rientrato al Real Madrid dopo un biennio tutt’altro che memorabile al Bayern Monaco, ha passato le ultime settimane a interrogarsi sul proprio futuro. Una avvenire ancora abbastanza indecifrabile, nonostante i messaggi di distensione provenienti dalla società spagnola. Negli scorsi giorni, Florentino Perez aveva intrattenuto un colloquio con Zidane, durante il quale si era stabilito che il giocatore rientrasse definitivamente in gruppo.

E, in effetti, così è stato: dopo la panchina di Balaidos, per la “prima” della nuova stagione al Santiago Bernabeu James è stato mandato in campo dal primo minuto. La sua prestazione non è stata indimenticabile, tutt’altro, tanto è vero che Zidane nella ripresa lo ha sostituito. In verità nessuno, tra le Merengues, ha stupito più di tanto, come testimoniano i forti fischi indirizzati alla squadra al termine del match. Rodriguez ha giocato da interno destro di un 4-1-4-1 molto fluido, affiancandosi a Casemiro in fase di non possesso. Il che, tradotto in soldoni, significa aver arretrato il proprio baricentro di parecchi metri.

Per questo la soluzione Napoli è sempre sembrata la più adatta per provare a rilanciarsi. Se a Madrid il giocatore rimane (e rimarrà) sempre uno dei tanti, in azzurro troverebbe un suo grande estimatore come Carlo Ancelotti, pronto a metterlo al centro di un progetto tecnico molto ambizioso. Le due società in passato si sono incontrate più volte, sedendosi al tavolo per capire su quali basi la trattativa sarebbe potuta essere imbastita per andare a buon fine. La realtà ci ha raccontato di un De Laurentiis restio ad accontentare le richieste economiche di Florentino che, innervositosi dai troppi rinvii, avrebbe deciso di togliere il giocatore dalla lista delle uscite.

James Rodriguez al Napoli? Si può fare a fine mercato

Eppure la pista, seppur raffreddatasi parecchio, potrebbe essere ancora viva. A lanciare questa ipotesi è il Corriere dello Sport, che sull’edizione odierna parla di un possibile ritorno di fiamma tra le parti. James Rodriguez, pur essendo rientrato nelle rotazioni madridiste, potrebbe lasciare la Liga a fronte di un’offerta congrua. D’altronde il Real Madrid davanti non è messo malissimo, nonostante – almeno al momento – i nuovi acquisti non abbiano ancora avuto modo di mettersi in mostra. Zidane, volente o nolente, dovrà cercare di inserire Luka Jovic nel reparto avanzato e non potrà permettersi di depauperare un asset societario così importante.

La dirigenza partenopea tiene alta la guardia: se ci sarà l’opportunità, il colombiano raggiungerà Napoli, destinazione per la quale – tempo fa – aveva apertamente dichiarato disponibilità. Come si legge anche su alcuni media spagnoli, la titolarità contro il Valladolid potrebbe essere stata dettata anche dalle forti necessità di Zidane, il quale al momento non può contare sull’infortunato Eden Hazard. L’ultima volta che le due dirigenze si sono parlate però Florentino non voleva scendere dagli oltre 40 milioni di euro come valutazione del cartellino, una cifra decisamente alta per un giocatore che – parole di De Laurentiis – non è più giovanissimo.

Se le carte in tavola dovessero cambiare e il Real Madrid si vedesse costretto a privarsene per motivi economici, il Napoli è disposto ad aspettare anche fino al 2 settembre. Nel frattempo però il giocatore frena gli entusiasmi. Interpellato nell’immediato postpartita del Bernabeu, James ha allontana per il momento tutte le voci di calciomercato che lo riguardano:

Dopo tanto tempo torno al Bernabeu. È stata una sensazione unifica. Grazie ai tifosi per il sostegno, io continuerò a lavorare per migliorare e crescere ancora.

Dichiarazioni di facciata? Può darsi, visto che il direttore sportivo Giuntoli aveva addirittura già trovato l’intesa per la durata del contratto e relativo ingaggio. Ancelotti culla ancora il sogno e, a otto giorni dalla fine delle trattative, tutto può ancora succedere.

Leave A Reply