Calciomercato, Cavani al Napoli se Benzema va al PSG

0

Nonostante la nota diffusa domenica, De Laurentiis sta lavorando incessantemente al ritorno di Cavani al Napoli: tutto è partito da una sua telefonata al Matador.

Oggi sia ‘Corriere dello Sport‘ che ‘Repubblica‘ danno seguito alle anticipazioni di ieri, aggiungendo dovizia di particolari e sistemando il comunicato di domenica del presidente De Laurentiis dove un’analisi che superi le acrobazie verbali deve collocarlo: ovvero nell’elenco delle ‘non smentite‘, a cominciare dal titolo interrogativo “Cavani tornerà?“.

Il presidente del resto lo dice espressamente nella nota:

E’ difficile riportare nel Napoli un calciatore utilizzato nel passato“, prima di spiegare i motivi che indurrebbero a non vivere nei ricordi e guardare avanti. “Noi siamo responsabili del futuro della squadra e non dobbiamo fare operazioni a effetto”.

Ma nessuna traccia di smentita della trattativa, che secondo i quotidiani procede sottotraccia, partita da una serie di telefonate di De Laurentiis al ‘Matador’, la prima risalente a fine luglio scorso, quando nacque l’idea dopo che divenne chiaro il ‘tradimento’ di Higuain con la Juventus.

Telefonate che hanno fatto breccia nel cuore del’uruguaiano, al punto che ‘Repubblica’ ne riporta la confessione: “Ho deciso, voglio tornare”. Una volontà che sarebbe sostenuta dall’indispensabile abbassamento dell’attuale ingaggio di circa 10 milioni, reso possibile peraltro dalla classica spalmatura su più anni.

Una volontà di cui sono visti bagliori nel videomessaggio per i 90 anni del Napoli, applaudito al San Paolo, e poi in quella frecciata a Higuain sul fatto che lui non sarebbe mai andato alla Juve. Una volontà che ha tante ragioni che vanno oltre il campo e il portafoglio, dai fischi di un pubblico che a Parigi non lo ha mai amato e che ora non lo considera all’altezza di prendere la pesante eredità di Ibrahimovic alla difficile situazione tecnica della squadra presa da Emery ieri pesantemente battuta a Monaco, fino all’esigenza più intima di vedere più spesso i figli che vivono a Napoli con la moglie.

Napoli in queste ultime ore sta riscoprendo di amare follemente il suo vecchio ‘Matador’, dopo la ferita sanguinosa lasciata aperta da Higuain, e Cavani non è insensibile a questa ondata di passione. Detto dell’ingaggio, neanche il cartellino sarebbe un problema per il Napoii, visto che in cassa c’è ancora un tesoretto di una quarantina di milioni, oltre a quel Gabbiadini dal quale se ne ricaverebbero altri 25.

Il problema – che a poche ore dalla fine del mercato fa assomigliare la trattativa ad un’impresa impossibile, ma non un sogno, se le parole hanno un significato – è sostanzialmente uno: che il Paris Saint-Germain trovi in tempo utile un sostituto all’altezza di Cavani, non considerando ovviamente i vari Jese e Augustin già presenti in rosa. La novità in tal senso delle ultime ore è che non c’è solo Diego Costa del Chelsea che potrebbe chiudere il mosaico, ma anche quel Benzema che al Real Madrid comincia a sentire sul collo la concorrenza forte di Morata.

Leave A Reply